Categorie

Album di Spandau Ballet

Nel 1979 i fratelli Gary e Martin Kemp (il primo bassista e tastierista, il secondo chitarrista) formano gli Spandau Ballet con i loro compagni di scuola John Keeble (batteria), Tony Hadley (voce) e Steve Norman (chitarra e sax). Il gruppo si inserisce nel filone "New romantic", e sulla scena londinese in cui il punk stava tramontando, si guadagna una fama praticamente immediata: il singolo di debutto "To cut a long story short" entra subito nelle charts. Nel 1981 esce il primo album JOURNEYS TO GLORY; di lì a poco il singolo "Chant n.1" entra in classifica in USA. Dopo l’album DIAMOND, un decisivo restyling e suoni più morbidi, ispirati ai Roxy Music degli ultimi anni, proiettano il gruppo in testa alle classifiche europee grazie a "True" e "Gold", primi di una serie di singoli da numero uno, capaci di entrare anche nella top ten USA. Inizia la rivalità tra Spandau Ballet e Duran Duran, sapientemente alimentata, e tale da dividere una generazione di fans in delirio come non capitava dai tempi dei Beatles e dei Rolling Stones. Anche se i critici storcono il naso di fronte all’attenzione per il sofisticato look, il gruppo marcia a pieno ritmo, e viene invitato al Live Aid del 1985. Nel 1986, dopo una fortunatissima raccolta di singoli, esce THROUGH THE BARRICADES. Il disco ha un successo enorme in Europa, ma in America non riesce a ripetere il successo di TRUE. Di lì a poco, un tour troppo lungo, dispute all’interno del gruppo e il cambiamento di gusto del pubblico contribuiscono a un inaspettato scioglimento dopo HEART LIKE A SKY del 1988. Da allora i fratelli Kemp si dedicano a cinema e tv, mentre Tony Hadley ha inciso due album: in uno di questi, ha collaborato John Keeble. Dopo una causa intentata ai fratelli Kemp per cercare di recuperare i soldi dei diritti d’autore, Norman, Keeble e Hadley si esibiscono insieme in alcuni concerti che hanno dichiaratamente lo scopo di evitare la bancarotta.
Negli anni, voci su una reunion si inseguono periodicamente: nel 2007 fonti non confermate sostengono che la line-up completa si sia esibita privatamente a Las Vegas. La tanto sospirata reunion avviene finalmente nel 2009, con un best con inediti, ONCE MORE, e un tour, che dura fino al 2014.
La band si ritrova nel 2014, per promuovere il film documentario "Soul Boys of the Western World" e la raccolta THE VERY BEST OF SPANDAU BALLET: THE STORY. Un nuovo album è stato annunciato per i prossimi mesi. 

 
Mostra 1 - 2 di 2 elementi
Mostra 1 - 2 di 2 elementi

Top Five

Connessione alla banca...