Categorie

Album di Litfiba

Gianni Maroccolo (basso), Antonio Aiazzi (tastiere), Francesco Calamai (batteria), Federico “Ghigo” Renzulli (chitarra) e Piero Pelù (voce) danno il via all'avventura dei Litfiba in Via dei Bardi a Firenze nell'ottobre del 1980. Il nome è un acronimo che unisce: Lit(Italia) Fi(Firenze) Ba (Via de Bardi). La band propone da subito una proposta musicale post-punk con sfumature dark-wave. Il primo Ep, completamente autoprodotto, esce nel 1982 e si intitola “Guerra”.
 Nel 1983 esce il 45 giri “Luna/La Preda”. Nell'ottobre 1983 Ringo de Palma prende il posto alla batteria di Renzo Franchi che aveva già sostituito Francesco Calamai. Nell'ottobre 1983 esce l'lp “Eneide” che diventa anche la colonna sonora dello spettacolo teatrale multimediale omonimodella compagnia Krypton rappresentato in tutto il mondo compreso il MoMA di New York. Nella primavera del 1984 esce “Yassasin” e alla fine del 1984 è la volta di “Live in Berlin”, egistrato al Loft di Berlino. Nella primavera 1985 esce “Desaparecido” che vira verso lo stile etno-wave rock e psichedelico primo atto della trilogia dedicata alle vittime del potere. La Sony Francia pubblica “Desaparecido” in una versione differente. Nell'autunno 1985 esce l'Ep “Transea”. Nel dicembre 1986 esce “17Re” disco doppio in stile wave-sperimentale-etno-rock. Alla formazione classica del Litfiba per le session di studio si aggiunge Francesco Magnelli. “12-5-1987 Aprite i vostri occhi” è il secondo live dei Litfiba. Nella primavera del 1988 esce “Litfiba 3” che segna un allargamento degli orizzonti musicali anche verso il rock latino e il blues. Questo disco segna la fine della ìtrilogia delle vittime del potere. Nell'estate 1989 si svolge l'ultimo tour dei Litfiba con la formazione degli esordi (Aiazzi, Maroccolo, Pelù, Ringo De Palma, Renzulli). Aiazzi e Maroccolo escono dalla band. Nel dicembre 1989 la band pubblica il disco live “Pirata” con 2 inediti: “Cangaceiro” e “Il vento”, due cover “Raw Hide” e “Cannon Song”. “Pirata” è il primo disco d'oro della storia dei Litfiba.
 Nel 1990 la band conta una nuova formazione, oltre a Piero e Ghigo i musicisti che li accompagnano sono: Roberto Terzani al basso, Daniele Trambusti alla batteria, Candelo Cabezas alle percussioni e Antonio Aiazzi alle tastiere. Il primo giugno 1990 muore Ringo De Palma. Nel novembre 1990 esce “El Diablo” che segna un'ulteriore svolta musicale verso l'hard-rock latino e che inaugura la tetralogia degli elementi naturali come il fuoco, la terra, l'aria e l'acqua. oltre a “El Diablo” fanno parte della tetralogia degli elementi gli album: “Terremoto” (1993), “Spirito” (1995), “Mondi Sommersi” (1997) e “Infinito” (1999). “El Diablo” è stato pubblicato anche in Francia. Nell'autunno 1992 esce “Sogno Ribelle” con alcuni brani storici riarrangiati e un inedito “Linea d'ombra”. Nel gennaio 1993 esce “Terremoto” dallo stile punk, hard rock quasi heavy e psichedelico, dedicato all'elemento naturale della terra. Nuovo elemento nel gruppo: entra Franco Caforio alla batteria al posto di Trambusti. Nel 1994 esce il terzo cd live dei Litfiba “Colpo di coda”, testimonianza del tour di “Terremoto” con un booklet di 99 foto, 2 inediti “A denti stretti” e “Africa”. Nel Febbraio 1995 esce “Spirito”, l'album dedicato all'aria e vanta uno stile grunge, latin e psichedelico. Nella band entra Daniele “Barny” Bagni al basso. Esce nell'autunno 1995 il vhs e cd “Lacio Drom - Lo Spirito in Tour 1995” videostoria del Tour di “Spirito” con la regia di Piero Pelù e di Alex Maioli. Nel 1997 esce “Mondi sommersi”, dedicato all'elemento acqua, album che segna un altro passaggio stilistico nel rock dei Litfiba verso l'elettronica. Roberto Terzani prende il posto di Antonio Aiazzi alle tastiere e alla seconda chitarra. Il 17 ottobre 1997 muore Candelo Cabezas.
 Nel 1998 esce “Croce e delizia”, cd doppio e vhs con la regia di Paolo Beldì, testimonianza del Mondi Sommersi Tour. Nel gennaio 1999 esce “Infinito”, l'elemento aggiunto alla tetralogia degli elementi: il tempo. Album dallo stile rock-elettronico-pop che porta le vendite a un 1 milione di copie ma che segna anche la crisi umana e artistica tra Piero e Ghigo che decideranno di intraprendere strade diverse con formazioni diverse. Nel 2007 esce “Litfiba live99” testimonianza dellíultima data dell'Infinito Tour terminato l'11 luglio 1999 al Monza Rock Festival. L'11 dicembre 2009 viene annunciata la reunion di Piero &, Ghigo. Nel gennaio 2010 Piero e Ghigo lavorano in studio per la produzione dei 2 brani inediti “Sole Nero” e “Barcollo”. In studio ritorna Francesco Magnelli dopo gli anni della collaborazione per la trilogia del potere 1985/1988. Nell'aprile 2010 il Litfiba Reunion Tour fa tappa a Milano, Firenze (2 date) Roma e Acireale (CT) registrando il sold out in ogni data. Il primo giugno 2010 esce “Stato Libero di Litfiba”, un doppio album live con due inediti “Sole Nero” e “Barcollo”, nono album dal vivo nella carriera della band. “Grande Nazione” esce nel gennaio 2012 anticipato dal LITFIBA DAY: in tutte le principali sale cinematografiche italiane viene proiettato “Cervelli in fuga - Europa live 2011” con la regia di Piero Pelù e la collaborazione di Mario Piredda, il documentario sull'ultimo fortunato tour europeo.

 
Mostra 1 - 4 di 4 elementi
Mostra 1 - 4 di 4 elementi

Top Five

Connessione alla banca...