Categorie

Album di Bugo

Bugo, classe 1973, è Cristian Bugatti. Non un nome d’arte. Perché quel ragazzo che nasce a Rho (MI), ma cresce nel novarese, viene chiamato così fin dai tempi della scuola. Dall’inizio della sua carriera, Bugo si distingue come cantautore eccentrico, che sfugge alla banalità degli anni 2000 attraverso le sue rime allucinate, paradossali, dalle mille interpretazioni; viene notato, e definito negli anni con aggettivi ed etichette che hanno tentato di comprenderlo e collocarlo musicalmente, ma il personaggio è davvero inafferrabile. Dopo quattro anni dal suo ultimo disco “Nuovi rimedi per la miopia”, Bugo esce nel maggio del 2015 con il singolo “Cosa ne pensi Sergio” preannunciando il suo ritorno; “Nulla è cambiato qua!” dice nel testo. Bugo è tornato, si guarda intorno, e nulla è cambiato. Invece Bugo negli anni si evolve, e oggi è OLTRE il cantautorato. È oltre, rispetto al contemporaneo. Bugo sa descrivere il nostro tempo, fatto certo di frenesia e paradossi, ma anche in preparazione al cambiamento. E guarda avanti. E lo sorpassa. Si aggrappa all’amore e ai sogni, come fossero slanci vitali per restare vigile e attento; è immediato e profondo attraverso testi più maturi, e utilizza un’ironia intelligente solo quando serve. E affina le parole, centra i concetti. Dopo aver pubblicato sette dischi molto diversi tra di loro, Bugo trova la SINTESI, mixando perfettamente tutto ciò che ha sperimentato nella sua carriera di musicista e cantautore. Trova la sintesi tra le sue influenze musicali e la sua originalità consolidata, costruita nel tempo attraverso canzoni memorabili come “Comunque io voglio te”, “Io mi rompo i coglioni”, “Che diritti ho su di te”, “C’è crisi” e molte altre.

 
Mostra 1 - 2 di 2 elementi
Mostra 1 - 2 di 2 elementi
Connessione alla banca...