Categorie

Album di Stefano Bollani

Stefano Bollani nasce a Milano il 5 dicembre 1972.
Comincia a studiare pianoforte a sei anni, debuttando poi a quindici. Dopo essersi diplomato al conservatorio nel 1993, compie un breve periodo di collaborazioni con altri musicisti - come Raf e Jovanotti – per poi affermarsi come artista jazz, lavorando per esempio con Richard Galliano, Gato Barbieri, Pat Metheny e Michel Portal, tutti esponenti del genere.
Nel 1996 comincia il suo sodalizio con Enrico Rava, assieme al quale suona in molti concerti e incide dodici dischi; uno di questi, TATI, del 2005 viene nominato disco dell' anno dall' Academie du jazz francese.
Eletto miglior talento del 1998 dalla rivista specializzata “Musica jazz”, realizza in quell’anno il primo di una serie di lavori considerati come non convenzionali: LA GNOSI DELLA FANFOLE, nel quale - insieme al cantautore Massimo Altomare - mette in musica le poesie di Fosco Maraini. Seguono CANTATA DEI PASTORI IMMOBILI (2004) su testi di David Riondino e GLENDA (2005). Per la rinomata casa discografica francese Label Bleu pubblica invece quattro dischi: LES FLEURES BLUES (2002), omaggio allo scrittore Raymond Queneau; SMAT SMAT (2003), CONCERTONE (2004) e un doppio album, I VISIONARI (2006) in cui tra gli ospiti c’è la moglie Petra Magoni. Sempre nel 2006 riceve da “Musica jazz” la palma del vincitore sia come musicista italiano dell’anno sia come album, PIANO SOLO.
Dopo una serie di prestigiosi – e ulteriori – riconoscimenti, nel giugno del 2008 pubblica il suo ultimo lavoro, CARIOCA, lavoro registrato a Rio de Janeiro, che ripropone le sonorità tipiche del Brasile. Nel 2010 è la volta di RAPSODIA IN BLUE, in collaborazione con il maestro Riccardo Chailly, mentre l’anno successivo viene pubblicato il disco dal vivo BIG BAND: LIVE IN HAMBURG! Dal 18 settembre 2011 presenta insieme a Caterina Guzzanti il programma “Sostiene Bollani” su Rai 3.
A luglio 2012 esce IRENE GRANDI & STEFANO BOLLANI, lavoro realizzato assieme alla cantante amica di Stefano da molti anni.
Seguono, in mezzo a diverse attività collaterali, due album legati alla musica pop-rock: SHEIK YER ZAPPA, con reinterpretazioni autorizzate dalla famiglia dell'artista scomparso, e ARRIVANO GLI ALIENI, in cui si cimenta come cantautore in tre brani.

 
Mostra 1 - 1 di 1 elementi
Mostra 1 - 1 di 1 elementi

Top Five

Connessione alla banca...