Lista prodotti per artista Bjork

Björk Guðmundsdóttir nasce a Reykjavik il 21 novembre 1965. Influenzata dal tardo arrivo del punk e della new wave tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’80, Björk decide di ribellarsi allo stile di vita un po’ hippy dei suoi genitori e forma una serie di band punk, tutte di breve durata. A tredici anni suona negli Exodus, a 14 nei Tappi Tikarrass, nei Kukl a 18: questi ultimi, oltre a durare tre anni (1984-1986), registrano anche due album per l’etichetta indipendente anarchica Crass. Dopo tre anni di sincerità punk, motivata politicamente, Björk, Einer Örn e Siggi Baldurson sciolgono il gruppo per formare gli Sugarcubes e divertirsi.
Nel 1987 gli Sugarcubes, con tre nuovi componenti, Thór Eldon (l’ex marito di Björk e il padre di loro figlio Sindri), Magga Örnótfsdottir e Bragi Ölaffson pubblicano il loro brillante singolo di debutto, "Birthday". Questo porta immediatamente la voce di Björk all’attenzione della stampa musicale inglese e assicura sin da subito alla band uno zoccolo duro di fan. Il gruppo, dal canto suo, crea una propria struttura in Islanda chiamandola The Bad Taste Family, con la quale gestisce un’etichetta indipendente e produce eventi artistici. Nel 1988 gli Sugarcubes pubblicano il loro primo album LIFE'S TOO GOOD, riscuotendo il consenso della critica. Nei quattro anni successivi il gruppo pubblica altri tre album: HERE TODAY TOMORROW NEXT WEEK - che non riceve però la stessa accoglienza del suo predecessore e finisce per vendere meno - STICK AROUND FOR JOY, pubblicato nel 1991 e considerato un ritorno alla forma degli esordi, e il conclusivo IT'S IT.
Intorno al 1991 Björk inizia ad appassionarsi seriamente alla musica dance, realizzando le sue prime incursioni vocali su un disco del genere grazie agli 808 State di Graham Massey.
A dispetto del successo degli Sugarcubes, Björk sente il bisogno di esprimersi con delle canzoni sue, così si decide a lasciare la band a cui aveva dato forma per intraprendere la carriera solista. Nel periodo di mezzo prima della pubblicazione di DEBUT, mentre si dedica a vari lavori a Reykjavik, Björk inizia a consolidare il proprio rapporto con il Trio Gudumundar Ingolfssonar, registrando GLING-GLO, un album estemporaneo di jazz e standards di musica popolare. La prima uscita internazionale di Björk come solista, DEBUT, pubblicata nel luglio del 1993, la vede consolidarsi subito tra i nomi importanti del panorama musical. E' l’album della popolarità, e vende oltre due milioni e mezzo di copie in tutto il mondo, mescolando canzoni introspettive e capaci di scatenare profonde reazioni emozionali con la produzione da club, misurata e accorta, di Nellee Hooper.
Björk si sposta a vivere a Londra, avvicinandosi ai musicisti e agli artisti che sente di ammirare, esplorando una scena dance in perenne evoluzione e lavorando ad una serie di collaborazioni che sarebbero poi comparse sul suo album successivo. Dopo tutta la vulnerabilità espressa in DEBUT, POST risulta essere un album più godibile, un bollettino disturbato di stili contrastanti: scarabocchi techno, beat eccentrici e rilassati, suoni da big band e strumenti etnici ed esotici. Dal giorno della sua pubblicazione, avvenuta nel 1995, POST vende oltre tre milioni di copie. Nel novembre del 1996 viene pubblicato TELEGRAM, un album realizzato facendo remixare agli artisti preferiti da Björk una serie di brani già contenuti in POST. L’album conferma lo status di Björk come esponente di punta della dance underground. L’album successivo, HOMOGENIC, viene registrato nello studio di El Madroñal, nel sud della Spagna. Nel 1998, Bjork accetta una sfida extra musicale proposta da Lars Von Trier, uno dei registi più acclamati e allo stesso tempo criticati della scena cinematografica mondiale. Von Trier inizialmente le propone di scrivere la colonna sonora per il suo nuovo film, un musical. Poi il regista fa leggere a Bjork il copione. Bjork si innamora all’istante della figura della protagonista (Selma) e decide di accettare la proposta di Von Trier di lavorare al suo fianco e interpretare Selma. Ne nasce un film, “Dancer in the dark”, che viene premiato a Cannes 2000 come miglior film e vede Bjork premiata come miglior interprete femminile. Alla fine delle riprese poi Bjork torna in Islanda, dove porta a termine la colonna sonora (“SELMASONGS”) originariamente commissionatale da Von Trier. Il film e la colonna sonora ottengono attenzione e riconoscimenti anche nel 2001: Bjork riceve addirittura una nomination all'Oscar per la miglior canzone con "I've seen it all", il suo duetto con Thome Yorke dei Radiohead nel disco.
Nel frattempo, però, la cantante inizia a lavorare al nuovo disco di studio. Inizialmente intitolato “Domestica”, il lavoro viene quindi ribattezzato VESPERTINE. Dopo un GREATEST HITS (pubblicato anche in versione box in edizione limitata sotto il titolo FAMILY TREE nel 2002) e dopo una serie di DVD e CD dal vivo, il nuovo disco di inediti esce alla fine dell’estate 2004: si intitola MEDULLA (termine latino che indica il midollo) ed è un lavoro in cui Bjork, messi da parte i beat elettronici, si concentra sulle voci. Tra gli ospiti, l’ex Faith No More Mike Patton e Robert Wyatt.
Dopo la colonna sonora DRAWING RESTRAINT 9, realizzata per il film del marito Matthew Barney in cui recita anche, nel 2006 Bjork pubblica cofanetto intitolato SURROUNDED, che contiene sette suoi album, con l'aggiunta di video inediti.
Per un nuovo disco di nuove canzone, però, bisogna attendere fino alla primavera 2007: a maggio esce VOLTA, disco che segna un parziale ritorno alla canzone "ritmica" delle origini, e che vede tra gli ospiti Antony Hegarty di Antony And The Johnsons e Timbaland.
Nel 2010 viene insignita – da parte della Royal Swedish Academy of Music - del prestigioso premio Polar Music Prize assieme a Ennio Morricone. Lo stesso anno annuncia la pubblicazione di un EP con i Dirty Projectors, a scopo benefico.
A quattro anni da VOLTA, nel 2011 è la volta di BIOPHILA, il cui primo singolo, in uscita a fine giugno s'intitola “Crystalline”, BIOPHILA è un “app-album”, disponibile per iPad. Al disco fa seguito un tour, un documentario e un disco dal vivo/DVD, che esce a fine 2014. A gennaio 2015 viene annunciato il nuovo lavoro di studio, VULNICURA: originariamente previsto per marzo, l'album viene messo in vendita in versione digitale pochi giorni dopo a causa di un "leak" che lo aveva reso disponibile illegalmente al download.

 
Mostrando 1 - 10 di 10 articoli
Mostrando 1 - 10 di 10 articoli

Top Five

Connessione alla banca...