Categorie

Newsletter

Iscriviti e rimani sempre aggiornato

Album di Archimia

Il Quartetto Archimia nasce dall' idea di quattro musicisti di formazione classica, provenienti dai conservatori di Milano e Piacenza, che hanno in comune il desiderio di esplorare nuove sonorità e possibilità acustiche. 


L' intento del gruppo è quello di affrontare diverse dimensioni musicali e strumentali, unendo la disciplina classica all' estro della musica pop e jazz; il quartetto è quindi in grado di offrire un percorso che copre oltre tre secoli di linguaggio musicale in varie formule esecutive. La ricerca di nuovi effetti sonori e percussivi fanno del quartetto d' archi una cellula assolutamente autonoma anche nel campo della musica così detta leggera dove la presenza ritmica è elemento basilare e portante.


I componenti del quartetto vantano diverse collaborazioni: in campo classico con i maggiori enti lirici italiani come il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Comunale di Bologna e con le orchestre sinfoniche come la Filarmonica della Scala, la Toscanini di Parma, i Pomeriggi Musicali. 


Collaborano stabilmente come prime parti nell' Orchestra Città di Cremona, nella Brixia Simphony Orchestra, Orchestra del Teatro Coccia di Novara, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra Classica di Alessandria. 


Dalla stagione 2002-2003 il Quartetto inizia a collaborare attivamente con Teresa Pomodoro ed il suo Teatro NOHMA di Milano allestendo spettacoli con musiche originali composte dal quartetto. 


Nel corso dell' anno 2003 il Quartetto collabora in sei eventi organizzati dalla Lexmark in diverse città italiane tra cui Torino, Firenze, Modena e Milano per la realizzazione musicale degli spettacoli. Inoltre gli Archimia hanno la possibilità di esibirsi al Palazzo Farnese di Piacenza ed al Teatro dei Filodrammatici di Milano. Nel 2003 inoltre inizia la registrazione del cd Tacchino Latino. 


2004: nel corso del 2004 si consolida la collaborazione con l' attrice e regista Teresa Pomodoro che continuerà molto intensamente fino al 2008. Il Quartetto parteciperà al  Vocal Tour con i Kalivocali e con Marco Baldini, tour che durerà 2 anni. 2005: dall' estate 2005 il Quartetto è stato scelto per accompagnare la rappresentazione scenica di William Kentridge Journey to the moon nei più importanti festival teatrali d' Europa; è stato invitato a Zurigo, Roma, Belgrado, Barcellona, Modena, Halle e dal Guggenheim di Berlino. Nello stesso anno i membri del quartetto sono prime parti dell' Orchestra ritmico sinfonica Italiana del Maestro Diego Basso; con lui e con la cantante Cheryl Porter, hanno creato la  The American Musicals Orchestra . 


2006:in questa stagione gli Archimia entrano nel cast dello spettacolo ideato da Sergio Sgrilli dal titolo  Neuro, tecniche di rianimazione collettive, che va in scena tutti i lunedì a Milano al Teatro delle Erbe ed al Teatro dell' Arte nella stagione successiva.


 2007:Il Quartetto consolida nel corso dell' anno la sua posizione nel panorama musicale Italiano con alcuni passaggi decisivi. Inizia a lavorare con l' attrice Margherita Antonelli con la quale hanno allestito due spettacoli differenti, che stanno portando tuttora in diversi Teatri Italiani. 


Vengono invitati come ospiti al  Pigro Show , festival dedicato al cantautore scomparso Ivan Graziani, altri ospiti sono la Liga band, ( il gruppo di Ligabue), Alberto Radius,Francesco Baccini, Ellade Bandini e gli Avion Travel, i presentatori delle serate sono Fabrizio Frizzi ed il critico musicale Mario Luzzato Fegiz, che decide di dedicare a loro un' intervista sul Corriere Della Sera nazionale a pagina intera e li ospita all' interno del suo programma su Rai Radio 2  Fegiz Files. La cantante Americana Cheryl Porter li coinvolge nel suo ultimo progetto discografico che prevede la rielaborazione di famosissimi brani pop-rock degli anni 60-70-80 dal titolo  Knockin on Heavens door in una formazione particolare che prevede il Quartetto con una piccola ritmica, basso pianoforte e batteria, con arrangiamenti originali dei musicisti. Tra i vari concerti del 2007 citiamo la Notte Bianca di Madrid ( dove si esibiscono davanti a circa 2.500 persone all' interno del cortile del museo d' arte moderna ), 8 concerti al Blue Note di Milano, 4 serate al Teatro Madre di Napoli, 2 concerti al Sallis Benney Theatre di Brighton e nel mese di dicembre il Quartetto ha tenuto due concerti al prestigioso Terrace Theatre del Kennedy Center di Washington. 


2008: nel corso dell' anno gli Archimia hanno all' attivo circa quaranta concerti e sono stati invitati al Sanremoff in piazza Colombo durante il Festival di Sanremo e si sono esibiti sul palco della Sala Comunale di Ferrara accanto a Ellade Bandini, Andrea Mingardi ed Eugenio Finardi. Tra i vari concerti citiamo: Teatro Donizetti di Bergamo con la cantante Paola Folli e Roy Paci, ( serata presentata da Vanessa Incontrada), la Notte Bianca di Tolentino, al Clusone Jazz Festival e Porto Cervo nella stagione estiva. Inizia la collaborazione con il clarinettista Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell'Orchestra e della Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano. Nel mese di settembre hanno collaborato con Zucchero alla realizzazione del suo ultimo singolo  "una carezza".Nel mese di settembre hanno collaborato con Zucchero alla realizzazione del suo ultimo singolo 


“"Una carezza"” e nel mese di ottobre hanno registrato l’'intero disco di Irene Fornaciari che ha poi partecipato al Festival di San Remo 2009.


Nel gennaio 2009 si sono esibiti al prestigioso Theatre de la Vaudeville a Bruxelles, al Teatro San Domenico di Crema e al Teatro Ponchielli di Cremona e il 18 Giugno sono stati invitati al concerto d’'apertura del festival “Anima Mundi “ musica sotto la torre di Pisa.


Nel mese di Febbraio 2010 iniziano una bellissima collaborazione con il famosissimo cantante canadese Gino Vannelli che li vede protagonisti con lui in 8 concerti a Milano e Roma.


Nel 2011 é stato invitato nuovamente al “Festival Gasparo da Salò”, al “Clusone Jazz Festival” ed al “Bià Jazz Festival" e al Centro Culturale Italiano di Londra dove tiene 2 concerti; suona al Teatro Leonardo di Milano con il chitarrista Gigi Ciffarelli ed inizia una proficua collaborazione  con Matteo Becucci che li porterà ad esibirsi in diverse città italiane. Registrano il brano “Born to be alive” inserito nella colonna sonora del film “Immaturi” di Paolo Genovese.


Nel 2012 il quartetto viene invitato da Red Canzian tra gli artisti della “Fondazione Q” producendone il loro secondo album di brani originali e cover. 

 
Mostra 1 - 1 di 1 elementi
Mostra 1 - 1 di 1 elementi

Top Five

Connessione alla banca...